venerdì 4 agosto 2017

Tre volte all'alba

Aveva qualcosa di speciale?”
“Tutto. C'è solo lui al mondo.”
“Cioè?”
“Non c'è nessuno come lui.”
“Dov'è adesso?”
“Non con me.”
“Perché?”
“Lasci perdere.”
“Non l'amava?”
“Oh sì che mi amava.”
“E allora?”
“Abbiamo fatto un sacco di casino.”
“Tipo?”
“Non capirebbe.”
“Perché?”
“Ha idea di cosa significhi essere pazzo di qualcuno?”
“Temo di no.”
“Ecco.

Tre volte all'alba - Alessandro Baricco

Oceano mare

Lui era uno di quelli che quando non ci sono più lo senti. Come se il mondo intero diventasse, da un giorno all’altro, un po’ più pesante.”
— Alessandro Baricco, Oceano mare 

Seta

Teneva gli occhi fissi sulle sue labbra, come se fossero le ultime righe di una lettera d’addio.
Seta, Alessandro Baricco

Sylvia Plath

Seduta su uno scoglio
in Cornovaglia
dovrei pettinarmi le chiome.
Vestirmi da tigre.
Avere una relazione.
Dovremmo incontrarci nell’aria
in altra vita e situazione,
Io e te.
Sylvia Plath

Questa storia

Schiele

Reclining Semi Nude with Red Hat, 1910 - Egon Schiele