lunedì 21 agosto 2017

Cinema

“Non siamo mai riusciti a immergerci nella vita fino in fondo. Ci teniamo aggrappati all'esterno delle cose, come se avessimo paura di cadere.”
Da "Il tè nel deserto", diretto da Bernardo Bertolucci

Nina Berberova

"Quell’uomo mi ha offerto, una sera, un bellissimo momento di silenzio. Non lo dimenticherò tanto presto. E’ uno dei miei ricordi migliori dell’anno. C’è chi serba il ricordo delle sue conversazioni, io rammento quel silenzio". 
Nina Berberova

domenica 20 agosto 2017

La luna e i falò

E non era una stupida, sapeva quel che voleva. Solamente voleva delle cose impossibili.

Cesare Pavese, La luna e i falò

Salvatore Quasimodo

"Da tempo ti devo parole d'amore.”

Salvatore Quasimodo, da "La terra impareggiabile"

Salvatore Quasimodo

“… perché in fondo noi siamo
della razza di coloro
che hanno per legge
 questa assidua pena
di cercare armonia
conquistando il dolore.”
—  Salvatore Quasimodo

Salvatore Quasimodo

Basta così poco tempo per morire da vivi.”
—  Salvatore Quasimodo, “Sera nella valle del Masino”


Le notti bianche

“Io vorrei farti dormire, ma come i personaggi delle favole, che dormono per svegliarsi solo il giorno in cui saranno felici. Ma succederà così anche a te. Un giorno tu ti sveglierai e vedrai una bella giornata. Ci sarà il sole, e tutto sarà nuovo, cambiato, limpido. Quello che prima ti sembrava impossibile diventerà semplice, normale. Non ci credi? Io sono sicuro. E presto. Anche domani”
— Fedor Dostoevskij - Le notti bianche

sabato 19 agosto 2017

Coco Chanel

Non perdere tempo a sbattere contro un muro sperando che si trasformi in una porta.
-  Coco Chanel

giovedì 17 agosto 2017

Virginia Woolf

Perché, Dio solo lo sa, proprio nel momento in cui abbiamo perduto ogni fede nelle relazioni umane, una composizione puramente fortuita di alberi e di granai o di un fienile e un carro, ci offre un simbolo così perfetto di ciò che è irraggiungibile, che riprendiamo la ricerca.

Virginia Woolf - Orlando

Pablo Neruda

La strada
si riempì di pomodori,
mezzogiorno,
estate,
la luce
si divide
in due
metà
di un pomodoro,
scorre
per le strade
il succo.
In dicembre
senza pausa
il pomodoro,
invade
le cucine,
entra per i pranzi,
si siede
riposato
nelle credenze,
tra i bicchieri,
le matequilleras
la saliere azzurre.
Emana
una luce propria,
maestà benigna.
Dobbiamo, purtroppo,
assassinarlo:
affonda
il coltello
nella sua polpa vivente,
è una rossa
viscera,
un sole
fresco,
profondo,
inesauribile,
riempie le insalate
del Cile,
si sposa allegramente
con la chiara cipolla,
e per festeggiare
si lascia
cadere
l'olio,
figlio
essenziale dell'ulivo,
sui suoi emisferi socchiusi,
si aggiunge
il pepe
la sua fragranza,
il sale il suo magnetismo:
sono le nozze
del giorno
il prezzemolo
issa
la bandiera,
le patate
bollono vigorosamente,
l'arrosto
colpisce
con il suo aroma
la porta,
è ora!
andiamo!
e sopra
il tavolo, nel mezzo
dell'estate,
il pomodoro,
astro della terra,
stella
ricorrente
e feconda,
ci mostra
le sue circonvoluzioni,
i suoi canali,
l'insigne pienezza
e l'abbondanza
senza ossa,
senza corazza,
senza squame né spine,
ci offre
il dono
del suo colore focoso
e la totalità della sua freschezza.

Pablo Neruda

mercoledì 16 agosto 2017

Bukowski

"Resistere ha senso solo se ne esci con qualcosa in mano alla fine. Ma resistere tanto per resistere è l’infelice condizione di milioni di persone.”
—  Charles Bukowski

Munch

"Ogni forma d'arte, di letteratura, di musica deve nascere nel sangue del nostro cuore. L' arte è il sangue del nostro cuore”.
-  E. Munch

Edvard Munch, The girl and the heart, 1896

Fotografia

Fritz Henle
Cleaning woman in MOMA, 1950s

Fotografia

Gabriel Casas’ Day Of The Book, Barcelona, 1932 

Bukowski

Accontentarsi di chiunque
pur di non restare soli.
Se dovessi spiegare a parole
l'infelicità, lo farei così.
(Charles Bukowski)

Mario Benedetti

Abbiamo diritto all’allegria. A volte è fumo, nebbia o un cielo velato, ma dietro questi contrattempi c’è lei, in attesa. Nell’anima c’è sempre una fessura a cui l’allegria si affaccia con le pupille vispe. E allora il cuore si fa più vivace, abbandona la quiete ed è quasi uccello. (…) L’allegria sopraggiunge dopo le assenze, alla fine delle nostalgie. Quando ritroviamo ciò che amiamo e la sua unanime rivelazione, è normale che la gioia ci abbracci e ci venga voglia di cantare, anche se non abbiamo voce, anche se siamo rauchi dei dolori passati.
Mario Benedetti, Il diritto all’allegria

martedì 15 agosto 2017

Grazia Deledda

Ti cercherò fuori di me, mentre tu sarai sempre dentro di me: e tu, per questo, non avrai più bisogno di cercarmi.

- Grazia Deledda, Il paese del vento


Pier Paolo Pasolini

In Calabria è stato commesso il più grave dei delitti, di cui non risponderà mai nessuno: è stata uccisa la speranza pura, quella un po’ anarchica e infantile, di chi vivendo prima della storia, ha ancora tutta la storia davanti a sé. 
Pier Paolo Pasolini

Hermann Hesse

Senza amore di sé neppure l’amore per gli altri è possibile.
Hermann Hesse

Pier Paolo Pasolini

Li ho visti, li ho visti in folla a Ferragosto. Erano l'immagine della frenesia più insolente. Ponevano un tale impegno nel divertirsi a tutti i costi, che parevano in uno stato di «raptus»: era difficile non considerarli spregevoli o comunque colpevolmente incoscienti.
Pier Paolo Pasolini

lunedì 14 agosto 2017

Hikmet

"Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
e come si affonda nell'acqua
immergiti nel sonno
nuda e vestita di bianco
il più bello dei sogni
ti accoglierà

Anima mia
chiudi gli occhi
piano piano
abbandonati come nell'arco delle mie braccia
nel tuo sonno non dimenticarmi
chiudi gli occhi pian piano
i tuoi occhi marroni
dove brucia una fiamma verde
anima mia".

Nazim Hikmet

domenica 13 agosto 2017

Giovanni Verga

Le cadeva addosso una malinconia dolce, come una carezza lieve, che le stringeva il cuore a volte, un desiderio vago di cose ignote.

Giovanni Verga, Mastro don Gesualdo

Ultimo viene il corvo

Ultimo viene il corvo, Italo Calvino

sabato 12 agosto 2017

Carl Gustav Jung

Non soffro per aver perso determinate persone, ma per aver perso il mio tempo con loro. Perché le persone non mi appartenevano, il tempo sì.
Carl Gustav Jung

Cesare Pavese

Hai mai conosciuto una persona che fosse molte cose in una, le portasse con sé, che ogni suo gesto, ogni pensiero che tu fai di lei racchiudesse infinite cose della tua terra e del tuo cielo, e parole, ricordi, giorni andati che non saprai mai, giorni futuri, certezze, e un’altra terra e un altro cielo che non ti è dato possedere?

Cesare Pavese, Dialoghi con Leucó


Haruki Murakami

Ho sempre avuto fame di affetto, io. E mi sarebbe bastato riceverne a piene mani anche solo una volta. Abbastanza da dire: grazie, sono piena, più di così non ce la faccio.
Haruki Murakami, Norwegian Wood

Fernando Pessoa

Datemi il cielo azzurro e il sole ben visibile.
Nebbia, piogge, buio – sono già dentro di me.
Oggi voglio soltanto quiete.
Fernando Pessoa

Frammenti di un discorso amoroso

Nella mia vita, io incontro milioni di corpi; di questi milioni io posso desiderarne centinaia; ma, di queste centinaia, io ne amo uno solo.

- R.Barthes, Frammenti di un discorso amoroso


Margherite Yourcenar

È la nostra immaginazione che si sforza di rivestire le cose, ma le cose sono divinamente nude.
Marguerite Yourcenar

venerdì 11 agosto 2017

Guy de Maupassant

Si svegliò di buon'ora, come ci si sveglia nei giorni della speranza o del dolore, e, balzando giù dal letto, andò ad aprire la finestra per bersi una gran tazza d'aria, come diceva.
Guy de Maupassant,  Bel-Ami


Anaïs Nin

Non volevo amore perché è caos,
perché fa vacillare la mente come lampioni scossi dal vento.
 Anaïs   Nin

Sylvia Plath

Esci e fai qualcosa.
Non è la tua stanza che è una prigione, lo sei tu.

Sylvia Plath

Mario Quintana

Tra la mia casa e la tua,
C'è un ponte di stelle.
Mario Quintana

Wislawa

Pensa quel tanto che serve,
non un attimo in più,
perché dietro quell’attimo sta in agguato il dubbio.
Wisława Szymborska

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Una volta che sei riuscito a prescindere da qualcosa che credevi essenziale, t'accorgi che puoi fare a meno anche di qualcos'altro, poi ancora di molte altre cose. Eccomi dunque a percorrere questa superficie vuota che è il mondo.
Se una notte d'inverno un viaggiatore, Italo Calvino

Amedeo Modigliani

Il tuo dovere è di non consumarti mai nel sacrificio. Il tuo dovere reale è di salvare il tuo sogno. La Bellezza ha anche dei doveri dolorosi: creano però i più belli sforzi dell'anima. Ogni ostacolo sormontato segna un accrescimento della nostra volontà, produce il rinnovamento necessario e progressivo della nostra aspirazione. Abbi il culto sacro (io lo dico per te… e per me) per tutto ciò che può esaltare ed eccitare la tua intelligenza. Cerca di provocarli, di perpetrarli, questi stimoli fecondi, perché soli possono spingere l'intelligenza al suo massimo potere creatore.
- Amedeo Modigliani

Antoni Arissa

Antoni Arissa, El beso (1930)

Sigmund Freud

Non ci scegliamo reciprocamente in modo casuale. Noi incontriamo persone che già esistono nel nostro subconscio.
- Sigmund Freud

Oriana Fallaci

"II fatto è che le rivolte dell'anima sono irreversibili, una volta avviate non si arrestano più.”
—  Oriana Fallaci

giovedì 10 agosto 2017

Eugenio Montale

E piove in petto una dolcezza inquieta.. 
- Eugenio Montale

Stelle cadenti

Esprimi un desiderio..

Cosa pensano le ragazze

"Sai quando il pensiero dell'altra persona è una specie di carta da parati del cervello, che anche se non ci pensi è sempre lì?”
- Concita De Gregorio, Cosa pensano le ragazze

Roberto Saviano

Agosto non è crudele. È feroce. Si presenta come un mese del passato e ti costringe a ricordare. Ferocemente smette di essere tutto ciò che era. Aspettavo agosto tutto l'anno da bambino. La spiaggia, i templi di Paestum, la sensazione che tutto l'anno valesse la pena viverlo per rotolarsi nel bagnasciuga con mio fratello, con i miei cugini. La sensazione che la vita vera fosse agosto. L'attesa dell'agosto più bella dell'agosto persino. Vivere agosto da adulti non vale la pena. Ora agosto è solo un mese di promesse non mantenute, la dimostrazione che la vita ti ha tradito e quello che ti aspettavi non arriva. Come una generazione che credeva di poter vivere meglio dei propri genitori e invece vive peggio, assai peggio. Agosto era il mese dove riuscivi a prendere tutto ciò che di bello concepivi. Ora arriva e raccoglie esattamente le briciole dell'intero anno. Agosto ormai è solo un modo, come direbbe Chaillet, per essere infelici in modo molto romantico.
Roberto Saviano

X Agosto

Giovanni Pascoli, X Agosto

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l'aria tranquilla
arde e cade, perché sì gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.

Ritornava una rondine al tetto:
l'uccisero: cadde tra spini:
ella aveva nel becco un insetto:
la cena de’ suoi rondinini.

Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell'ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido:
l'uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono…

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d'un pianto di stelle lo inondi
quest'atomo opaco del Male.

mercoledì 9 agosto 2017

Gli indifferenti

"Non capisco… come cambiar vita? Una bella mattina ti alzi e dici: ‘Oggi voglio cambiare vita’: com'è possibile tutto questo?”
“Si può fare qualche azione” disse Carla senza alzare gli occhi e stringendo i denti per la rabbia “che trasformi in tutto e per tutto il modo di esistenza.”
—  Alberto Moravia, Gli indifferenti


Bukowski

Non è mica la morte che importa, è la tristezza, è la malinconia.
Lo stupore. Le poche buone persone che piangono nella notte.
La poca buona gente. 

Charles Bukowski

Fernando Pessoa

Non venire a sederti di fronte a me, né accanto a me;
non venire a parlarmi, né a sorridere.
Sono stanco di tutto, sono stanco,
voglio solo dormire.
Dormire pure da sveglio, sognando
o anche senza sognare,
ma avvolto in un vago dolce abbandono
di non dover pensare
Fernando Pessoa

Italo Calvino

Questo intendo quando dico che vorrei risalire il corso del tempo: vorrei cancellare le conseguenze di certi avvenimenti e restaurare la condizione iniziale. Ma ogni momento della mia vita porta con sé un'accumulazione di fatti nuovi e ognuno di questi fatti nuovi porta con sé le sue conseguenze, cosicché più cerco di tornare al momento zero da cui sono partito più me ne allontano: pur essendo i miei atti intesi a cancellare conseguenze d'atti precedenti e riuscendo anche a ottenere risultati apprezzabili in questa cancellazione, tali da aprirmi il cuore a speranze di sollievo immediato, devo però tener conto che ogni mia mossa per cancellare avvenimenti precedenti provoca una pioggia di nuovi avvenimenti che complicano la situazione peggio di prima e che dovrò cercare di cancellare a loro volta. Devo quindi calcolare bene ogni mossa in modo da ottenere il massimo di cancellazione col minimo di ricomplicazione.
Italo Calvino, Se una notte d'inverno un viaggiatore

Alla malinconia

Fuggendo da te mi sono dato ad amici e vino,
perché dei tuoi occhi oscuri avevo paura,
e nelle braccia dell’amore ed ascoltando il liuto
ti dimenticai, io tuo figlio infedele.

Tu però in silenzio mi seguivi,
ed eri nel vino che disperato bevevo,
ed eri nel calore delle mie notti d’amore,
ed eri anche nello scherno, che t’esprimevo.

Ora mi rinfreschi le mie membra sfinite
ed accolto hai nel tuo grembo il mio capo,
ora che dai miei viaggi son tornato:
tutto il mio vagare dunque era un cammino verso di te.

Herman Hesse, Alla malinconia

martedì 8 agosto 2017

Paolo Giordano

Sei diventata più fragile mentre correvi
di qua e di là a caccia d'amore.
Sei diventata più fragile
e nemmeno te ne sei accorta.

Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi

Sylvia Plath

Prima di donare il mio corpo, devo donare i miei pensieri, la mia mente, i miei sogni. 
E tu non volevi nessuna di queste cose.
Sylvia Plath