sabato 12 novembre 2016

Saudade


Avrei voluto baciarti con la forza del vento,
urlarti che t’amo.
Con un filo di voce ti salutai,
come si saluta il panettiere.
Gianmaria Testa